Il Diaconato di Michele

“Quando fu giorno, Gesù chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli…”

Anche noi, popolo di Dio nato, chiamato alla fede all’ombra del Cavalier San Giorgio, fattosi giorno, abbiamo ricevuto una comunicazione…

È toccato al nostro Parroco, don Nuccio Cannizzaro, annunciarci, proprio stamattina, dieci di settembre, martedì della ventitreesima settimana del Tempo Ordinario, che … “il prossimo 16 novembre il nostro caro Michele sarà ordinato Diacono nella nostra Parrocchia. Ci rallegriamo con lui per questa prima significativa tappa nel cammino verso il sacerdozio, assicurandogli le nostre preghiere”.

 

Gioia ed emozione han preso il sopravvento, la fretta di far scorrere i giorni e le settimane s’è presentata subito dopo…!!!

E sì, perché il cammino, incominciato nel Seminario “Pio XI” nel settembre 2014, è … cosa che appartiene anche noi, è cosa anche del cuor nostro…

Tant’è che leggendo la comunicazione del Don … mille istantanee han fatto capolino nelle testoline nostre: c’è chi s’è ricordato del piccolo Michele che aveva scelto la sua Chiesa di San Giorgio come luogo buono per trascorrere il tempo libero… C’è chi l’ha rivisto gomito a gomito con Don Nuccio Santoro, il Parroco che ha raccolto il primo suo vagito vocazionale e che oggi, dal Cielo, fa festa con questo suo figlio… C’è, poi, chi ha tirato dallo smartphone immagini recentissime: Michele fianco a fianco con l’attuale suo e nostro Parroco don Nuccio Cannizzaro, sorridenti durante le affollate Messe al Chiostro…

Certo, ci saranno nuove e ben più articolate occasioni per ascoltare il racconto di questa – citando proprio Michele – “vita sempre meno mia e sempre più donata!” … ma oggi non potevamo tacere: non siamo riusciti a non esternare tutta la nostra felicità…

E lo abbiamo fatto decidendo d’impugnare, collegialmente, una penna … proprio come fece San Paolo che, ai Colossési, raccomandò: “come avete accolto Cristo Gesù, il Signore, in lui camminate, radicati e costruiti su di lui, saldi nella fede come vi è stato insegnato, sovrabbondando nel rendimento di grazie…”

Ed oggi … la nostra gratitudine a Dio raggiunge vette inimmaginabili!

E allora … approfittando dell’occasione per dir grazie anche all’intera Famiglia D’Agostino, la Famiglia del nostro Michele, che … con chissà quale tumulto cardiaco … accompagna questo suo discendente incamminarsi a grandi falcate verso il sacerdozio … noi – e concludiamo! – vogliamo, quasi, materialmente, stritolare d’abbracci Michele richiamando – e permettendoci di parafrasarlo… – quanto l’Apostolo Paolo scrisse ai Corinzi: tu, Michele, sei una lettera di Cristo, scritta non con l’inchiostro, ma con lo Spirito del Dio Vivente, e noi, immergendoci nel tuo tenero, fraterno e già paterno sorriso, avvertiamo forte l’esigenza di farci … noi pure … tutto in Colui che ci dà forza…

P.S. – e ben sapendo che ci sarà modo d’approfondire il rito che il prossimo 16 novembre vivremo … non vediamo però l’ora di vedere, sull’Altar nostro, proprio sotto al Crocifisso e al Cavalier San Giorgio, il nostro Don Nuccio che aiuta il nostro Michele ad indossar la dalmatica…

                                      Firmato

    la Comunità Parrocchiale di “San Giorgio della Vittoria”

Se ti piace, condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *