Un Caffè con l’Artista -19

 

 

Il bello della Chiesa degli artisti è di entrare per pregare o per vedere il Tempio della Vittoria e incontrare …gli artisti. Persone che hanno scoperto nella loro vita un talento, un piccolo germoglio piantato dalla mano divina, che voleva crescere e sbocciare.

E’ pur vero che ha bisogno, come ogni piantina, di condizioni favorevoli per non seccare. Un contesto fertile e ricco di stimoli che possa mettere a luce la giusta vocazione artistica. Non sempre nella nostra Terra natìa è facile trovare un humus ideale alla crescita, ma soprattutto, alla sopravvivenza da “artista”.

 

30 aprile 1998 CONCERTO ORGANIZZATO DAL KIWAJUNIOR INTERNATIONAL Sono stati eseguiti brani di Mozart, Giordani, Rossini, Chopin e Liszt dagli artisti Maria Corso, Pasquale Crucitti, Francesca Canale e Claudia Bova.

 

E’ capitato così lo scorso 1° dicembre, il  terzo giorno della Novena degli Artisti all’Immacolata Concezione, un evento intrapreso l’anno scorso quasi per sfida e che è stato invece causa dell’avvicinarsi di musicisti e cantanti che, per amicizia o per curiosità, hanno accettato o chiesto di esibirsi.

Per Dio, per lo spirito natalizio, per amore dell’arte… non importa il motivo. Spesso il buon Dio utilizza “mezzi imperfetti” per raggiungere il cuore dell’uomo.

Abbiamo così incontrato nuovamente Maria Corso, una donna poliedrica, dalle mille capacità e attitudini. Nuovamente perché un primo incontro c’era già stato in occasione delle cerimonie della settimana santa.

 

 

Scopriamo dal suo sito artistico — www.mariacorso.it — una carriera ricca e varia che spazia dal talento artistico in senso stretto, ovvero da pittrice, a quello di cantante e musicista, giungendo fino a lidi lontani, quelli in Pedagogia ad indirizzo filosofico, con un dottorato di ricerca in “Storia e Conservazione dei Beni Architettonici e Ambientali” presso Università Mediterranea di Reggio Calabria.

Restiamo affascinati anche dalla sua bellezza, foto artistiche la ritraggono nella sua linea naturale, non fittizia, degna di una fotomodella.

 

 

Nella sua galleria di quadri ne possiamo ammirare alcuni — e già ci siamo prenotati per poterne ospitare una mostra proprio nel nostro edificio titolato anche agli Artisti — davvero degni di nota.

Come pittrice è stata più volte premiata infatti in manifestazioni pubbliche. Fra le tante è da ricordare il 1° premio di pittura consegnato dallo storico Nicola Villari, Presidente di giuria il 20 agosto del 2000.

 

In altra circostanza, nella “Seconda edizione della Manifestazione internazionale di Arte, Lettere, Fotografia e Video”, ha avuto una menzione speciale, da parte del Prof. Vittorio Sgarbi, come “talento nascente”.

 

Ma veniamo a noi. Maria si offre per cantare in occasione mariana e ha bisogno di un accompagnamento musicale. Per l’appunto, dell’organo a canne di San Giorgio. L’appuntamento per scaldare la voce è alle 17:00, Maria è puntuale.

Ci si aspetta di trovare una donna consapevole del suo spessore e della strada artistica percorsa, quasi piena di sè, come lo sono molti soprani cresciute nel ruolo della “primadonna”. Troviamo, invece, una bella e giovane mamma che al mattino fa la docente in un liceo cittadino, al pomeriggio riempie di premure la propria famiglia. Ma riesce a “ritagliare”, anche tutt’oggi, una fetta di vita artistica per far vivere l’arte che è in lei.

Una sola cosa le rimproveriamo… di venire a trovarci troppo poco.

La Chiesa degli Artisti è anche un po’ tua, prenditi la parte che ti spetta, Maria, e falla fruttare.  Il buon Dio si servirà anche di te.

 

Carmen Pegna

 

Baller – Maria Corso

 

Se ti piace, condividi:

1 commento su “Un Caffè con l’Artista -19”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *